MAESTRI DEL GUSTO ed eccellenze: la gelateria OTTIMO

Buono non basta. Deve essere ottimo. Che cosa? Innanzitutto i nostri ricordi. Dobbiamo essere in grado di pescare nel mare magno dei dettagli e degli scorci della nostra vita, estrarli dalla grande matassa incolta che ci portiamo dietro, metterli in evidenza e spremerli come limoni. Solo così possiamo trasformare il ricordo in una storia, e solo così riusciamo a rendere il passato un evento presente. Ottimo, come le cose migliori, ma anche peggiori, che ci tornano alla mente: la merenda in giardino con i fratelli, le litigate, le punizioni e le privazioni, gli scherzi e le risate; i profumi della crostata calda, il panino appena sfornato, la marmellata che come la faceva la nonna, nessuno! La passata di pomodoro, quella che ha trasformato tutte le nostre future passate di pomodoro in qualcosa di assolutamente immangiabile: perché nulla si avvicina a quei fusilli al pomodoro che mangiavamo da bambini.

002

Ottimo, come ciò che non riusciamo a ricordare, ma che in fondo fa parte di noi: a pensarci bene il ricordo è consapevole, mentre le nostre fibre, quelle più profonde dell’anima, quelle sono inconsapevoli e diventano parte di noi.

Ottimo, come un gelato che però non è solo un gelato: ciò che nasce da intuizioni di un mondo antico, sono molto più che semplici oggetti o cibi, sono grandi mondi individuali che, una volta condivisi, diventano mondi collettivi. OTTIMO crea questo: mondi collettivi di dettagli e ricordi, delicate magie di quando da piccoli mangiavamo pane e cioccolato e ci sentiamo i bambini più fortunati, e felici, del mondo.

downloadAscolto Emanuele Monero, socio della gelateria Ottimo insieme a Guido Rocci. Questa loro creatura, nata nel 2008 ma diventata grande molto in fretta, con diverse sedi sparse per Torino, porta con sé il fascino del bambino che ha voglia di sperimentare. Nordfoodovestest, per il progetto “Mani dei Maestri” dei Maestri del Gusto di Torino e provincia e i loro prodotti tipici (Il progetto Maestri dei Gusto di Torino e provincia nasce nel 2002 per volere della Camera di commercio di Torino per selezionare e promuovere le eccellenze enogastronomiche torinesi. La rete si è allargata nel tempo e vede tutti i Maestri impegnati a perseguire una cultura del cibo “buono, pulito e giusto” secondo la filosofia di Slow Food. Per saperne di più, consultate il sito e la pagina Facebook) ha scelto di parlare di loro proprio nel giorno della ripresa delle scuole. Perché basta davvero un gelato – che non è solo un gelato – per tornare a quei giorni in cui, nolenti o dolenti, siamo diventati un po’ più grandi.

004

La sede di Corso Stati Uniti è un’immersione nella fantasia: un po’ come quando per la prima volta abbiamo assaggiato il gusto Puffo, che prendevamo solamente perché azzurro cielo, e perché ci faceva sentire in un fumetto, in un mondo in cui tutto è possibile e nulla ci viene negato. Anche qui da Ottimo tutto è possibile, qui dove puoi trovare i gusti Limone e basilico / Avocado e lime / Latte dorato (il cosiddetto “Golden Milk” con la curcuma, squisito, salutare ed estremamente energetico) / Ricotta di pecora miele e zafferano / Cioccolato al sale di Mozia / Cocco e Macis e tantissimi altri. Se solo da piccoli ci avessero detto che un giorno avremmo potuto assaggiare – e che ci sarebbe piaciuto – un gelato preparato con il cocco e con l’involucro carnoso della noce moscata (il macis appunto, una spezia proveniente dalle isole Molucche che, a differenza della noce moscata, ha un sapore più dolce e raffinato e, dettaglio non trascurabile, non è di facile reperibilità), avremmo stentato a crederci. Ma un gelato può insegnarci, o ricordarci, che l’inaspettato può sorprenderci e farci innamorare.

Tanti gusti stagionali, a volte anche solo settimanali (quello all’Avocado durerà ancora per poco, affrettatevi!), altri invece sempre in calendario, come uno dei miei preferiti, Pompelmo rosa e Campari, fresco e delicato, ottimo da fine pasto; o il Fiordilatte di cascina, il gusto per eccellenza dove si sente tutta la qualità delle materie prime.

013

Da Ottimo si usa la farina di semi di carrube per addensare il gelato, latte fresco di cascina, zucchero di canna bianco; non si adoperano destrosio, glucosio o strani grassi vegetali. Un gelato che possono mangiare tutti, anche chi è intollerante al latte o non lo beve, perché qui tantissimi gusti sono adatti anche per i vegani (l’utilizzo di bevande vegetali come il latte di mandorla rende il gelato estremamente digeribile e ugualmente delizioso).

img_20160908_121128

Senza latte, Al latte, Granite, Stecchi, Biscotti, Gelati Gastronomici. Diverse linee per soddisfare tutti, dall’amante della Brioscia con tuppo all’affezionato del Gianduja. Assisto alla “nascita” del gelato Pompelmo rosa e Campari: torno indietro al mio primo giorno di scuola, a quello stato di sorpresa e meraviglia percepiti quella mattina. Come questo gusto: inaspettato, avvolgente ma non scontato, inconsueto, con quella nota smaliziata di Campari, e quella leggermente pungente del pompelmo.

20160908_114951

Osservo questi gusti, e penso che in ognuno potremmo ritrovare un po’ di noi stessi: bambini, a quel primo giorno di scuola, felici o spaventati, con un cono di gelato in mano e tutto il resto davanti. Buono non basta: tutto questo è davvero ottimo!

CONTATTI

Giulio, Emanuele, il gianduja, il pompelmo e il sale di Mozia vi aspettano da OTTIMO in

-Corso Stati Uniti 6/c; Corso Marconi 23; Piazza Borromini 86/F, Torino

Un pensiero su “MAESTRI DEL GUSTO ed eccellenze: la gelateria OTTIMO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...