Una pasta green all’ombra della magnolia…

Dietro le cose ci sei tu, Primavera, che incominci a scrivere nell’umidità, con dita di bambina giocherellona, il delirante alfabeto del tempo che ritorna.
[Pablo Neruda]

Mai come quest’anno mi rendo conto di quanto la primavera sia il profumo che noi le diamo. Le altre stagioni hanno insite in sé un germe di definizione: l’autunno è malinconico e romantico, l’estate è travolgente, l’inverno è decadente e magico. Ma la primavera, con quella sua poesia indecifrabile, i suoi fiori delicati e color pastello, così sensibili ai cambiamenti del clima, con i sentieri di montagna illuminati dai primi caldi generosi e tremuli, i ciliegi fioriti come foreste di sorrisi, sì, la primavera ha proprio bisogno del nostro sguardo e del nostro tocco per essere definita in pieno. Come se gli elementi naturali non bastassero, come se per quel ciliegio ci fosse bisogno di un occhio vigile in grado di coglierlo e trasferirlo in parole o gesti. La primavera è vera primavera solamente nel cuore di chi osserva.

def12.jpg

E per me ogni primavera diventa tale quando la magnolia del giardino, timida e sfrontata insieme, apre alla luce piano piano quei fiori così eleganti e profumati, velati di bianco e rosa opaco, sensibili alla pioggia, desiderosi di sole, impauriti dal vento. Non è primavera senza la mia magnolia fiorita. Ha il profumo di una stanza tutta per me: io mi metto lì sotto, la ascolto, la fotografo, le parlo, e quest’anno la “apparecchio” per un primo semplice e verdeggiante, in compagnia di un colorato coniglio innaffiatore (grazie a Tiger http://www.tiger-stores.it/).

All-focus

La mia ricetta del giorno è un mix di fusilli al farro e sedanini alla canapa. Avevo due pacchetti di pasta iniziata e, seppur con qualche minuto di cottura di differenza, secondo me insieme si sposano benissimo, tanto per forma quanto per sapore. Allora ho scelto di combinarli insieme, con un condimento di taccole, latte di riso e soia e zizzona di Battipaglia insaporita al curry e alle noci.

All-focus

Ecco la mia PASTA GREEN CON TACCOLE, ZIZZONA DI BATTIPAGLIA E CURRY.

Ingredienti per 4 persone

200 gr. di fusilli al farro, 200 gr. di sedanini con la canapa; una quindicina di taccole (circa 400 gr.); 1 spicchio d’aglio; un bicchiere di latte di riso e soia (quello non zuccherato); due cucchiai di parmigiano; olio evo, sale, pepe q.b; 150 gr. di zizzona di Battipaglia (anche una mozzarella di bufala va ugualmente bene, ma scelgo la zizzona perché è leggermente più asciutta e ugualmente saporita); un cucchiaino di curry; 4 noci sgusciate.

Preparazione

  • Lavate le taccole, pulitele delle estremità, tagliatale in pezzetti pressoché uguali e cuocetele in acqua bollente salata per cinque minuti. Nel frattempo preparate una padella con lo spicchio d’aglio, un cucchiaio abbondante di olio, sale e pepe. Fate insaporire.
  • Scolate le taccole riservando l’acqua e immergetele nella padella. Lasciate cuocere per una decina di minuti, aggiungendo un bicchiere circa di acqua e uno di latte di soia e riso (il liquido deve assorbirsi tutto, le taccole devono restare croccanti). Quando le taccole sono pronte, unite il parmigiano. Mettete da parte.
  • In una pentola, cuocete la pasta in abbondante acqua bollente, utilizzando quella delle taccole e aggiungendone altra se non bastasse. Fate attenzione ai tempi di cottura: la pasta al farro richiede circa 8-10 minuti, quella alla canapa circa due di meno. Nel frattempo, tagliate la zizzona a cubetti e insaporitela con curry in polvere, un pizzico di sale e di pepe.
  • Scolate la pasta dente, fate insaporire nella padella con taccole, unite il parmigiano, mantecate per un paio di minuti.
  • Servite la pasta con sopra la mozzarella e i gherigli di noce a pezzetti. Ultimate con un giro d’olio.

def2

L’impiattamento di questa pasta è particolare: è un primo “green” e voglio gustarmelo in giardino, sotto la magnolia. Anzi, in compagnia della magnolia. Niente tovaglie, niente bicchieri, solo una forchetta, un tovagliolo e la mia pasta un po’ matta, sana e saporita (in un bellissimo piatto Maisons du Monde http://www.maisonsdumonde.com/IT/it). E verde come questo giardino che diffonde primavera.

Basta poco per essere felici. Basta poco per fare sì che la primavera diventi uno stato dell’animo: una rinascita continua, una scoperta, un modo sempre nuovo e intimo di scoprirsi e scoprire il mondo intorno. Un mondo pieno di formiche avide di pane, di foglie desiderose di acqua, di petali affaticati dalla rugiada e magnolie innamorate del giardino in cui vivono. La primavera è proprio la stagione della poesia. Una poesia green che sa di taccole, curry e una buona dose di latte. E fiori rosa e bianchi su un tappeto di erba e stagioni delicate…

def4

Buona primavera!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...