#TOUSAUBISTROT: a cena per Parigi…

[…]
Sotto una volta di bruma o in un cielo
Spazioso, io dispiego la mia vela;
Col petto in fuori ed i polmoni gonfi
Come fossero tela, scalo il dorso
Dei flutti accavallati che la notte
Mi nasconde; sento vibrare in me
Le passioni d’un vascello che soffre;
Venti propizi, convulse tempeste,
Mi cullano sul baratro infinito.
Ed altre volte, invece, la bonaccia,
Immenso specchio del mio disperare!
C. Baudelaire

veloparis

Penso al mondo immaginifico, sognante e misterioso dipinto nel Il favoloso mondo di Amélie: penso alle corse in bici, alle stazioni, a quella musica straordinaria di Tiersen che le fa da sottofondo. Penso al sorriso di Amélie Poulain che mi ammalia, alla Tour Eiffel che le sorride, al rumore di rotaie, di ferri, di biglie che cadono; di bicchieri nei bar, piatti, voci, risate, pensieri.

Poi penso a venerdi 13 novembre 2015, e il mondo si ferma. Nel rumore tragico di ciò che è stato, il silenzio devastante del dolore mi pervade e lascia immobile.

Ma il cuore umano sa (e saprebbe) essere più grande di tutto questo…

Ecco che in questo martedì ancora pesantemente avvolto dalla scura bruma degli eventi di Parigi, nordfoodovestest si unisce a una iniziativa promossa da LeFooding.com: #TOUSAUBISTROT (http://lefooding.com/fr/souvenirs/peace-for-paris-tous-au-bistrot).

“En soutien à l’initiative spontanée de restaurateurs, brasseurs et cafetiers français – parmi lesquels certains observeront une minute de silence ce mardi soir, à 21 heures, dans leur établissement –, le Guide Fooding invite tous ses amis, lecteurs, followers, visiteurs, et plus généralement tous les Français qui le peuvent, à investir les restaurants, bistrots, bars, cafés et brasseries du coin, mardi soir.

Le 17 novembre, #TOUSAUBISTROT :

– Pour rendre hommage aux victimes des attentats.

– Pour soutenir les professionnels de la restauration et de l’entertainment, mortellement ciblés.

– Pour que ce qui fait Paris, la France, ne soit pas à son tour trahi par nos peurs.

Chantons sous les larmes.

Amitiés.

Le Guide Fooding”

Riempire brasserie, bistrot, café per rendere omaggio alle vittime degli attentati, incoraggiando la ristorazione e non lasciandosi sopraffare dalla paura.

mappadei10

Nordfoodovestest ne ha scelti dieci (perdonatemi, è solo una selezione…), conosciuti di persona o tramite Facebook e Instagram (tra questi, anche un ristorante stellato): hanno scelto di aderire all’iniziativa, restando aperti all’insegna del ricordo e del rispetto verso le vittime della strage. Sono tutti luoghi del nostro immaginario “parigino”: sedie in legno, pommes frites o bistecche con uovo e insalata, menu scritti su lavagne consumate esposte all’ingresso, radio in sottofondo, vociare confuso. Un immaginario pesantemente offuscato, ma noi, questo martedì sera, vogliamo essere lì, in mezzo a loro, a respirare la magia che li contraddistingue, e a unirci a loro in quella “social catena” di cui parlava Leopardi. Perché, insieme, si può fare la differenza.

LE BISTROT DE PARIS, depuis 1965. 33 rue de Lille

https://www.facebook.com/Le-Bistrot-de-Paris-depuis-1965-224910604192636/timeline

Bistrot della tradizione che quest’anno festeggia 50 anni, tra parmentier di patate con oca e manzo, terrine de campagne, cervo e tagliatelle. Un’autentica atmosfera parigina molto frequentata dalle famiglie…

CHEZ FRED, BOUCHON LYONNAIS depuis 1945. 190 bis Boulevard Péreire

https://www.facebook.com/Chez-Fred-Bouchon-Lyonnais-depuis-1945-579853508725700/

Un cuore di Alsazia a Parigi: foie gras, agnello all’aglio con fagioli, faux filet e l’immancabile cuisse de canard confite con patate e insalata. Estremamente fedele alla più pura tradizione dei bistrot, regala una buona scelta di vini e dolci.

CHEZ GEORGES, depuis 1964. 1 rue du Mail

https://www.facebook.com/Chez-Georges-depuis-1964-209242622441222/

Sala da pranzo lunga e stretta con piccoli tavolini per respirare in pieno il calore e la poesia di un bistrot à Paris. Lumache con burro e aglio, cetrioli in salamoia, secondi di carne sofisticati e autentici allo stesso tempo. Per raffinare gli occhi e il palato.

RESTAURANT DAVID TOUTAIN. 29 rue Surcouf

https://www.facebook.com/Restaurant-David-Toutain-677983352235490/timeline  / http://www.davidtoutain.com/

Il suo ristorante apre nel 2013 e ottiene una stella Michelin nella guida 2015. Un’esperienza gastronomica a scelta tra tre percorsi differenti: Berce, Eglantine, Reine des Prés. Tra sorprese, colori, texture, sapori. Perché, come ci ricorda lo chef Toutain: “Tous les goûts sont dans la nature”.

LE BISTROT DES VIGNES. 90 rue des Dames

https://www.facebook.com/bistrotdesvignes17/

http://www.bistrotdesvignes17.com/

Il marrone dei tavoli e il rosso degli arredi predominano in questo giovane bistrot che unisce le classiche formules ai menu à la carte, tra salade périgourdine, carne del giorno con patatine fritte e insalata, magret de canard con salsa al miele e spezie dolci. Elegante e semplice, conviviale e di qualità.

B&M BURGER RESTAURANT. 82 Avenue Parmentier

https://www.facebook.com/bmburgers/timeline

http://www.bmburgers.com/

Ingredienti freschi e ricercati per questi hamburger in grado di coniugare l’anima americana con lo spirito francese. Un esempio: IVY, con formaggio di capra, rucola, cipolle caramellate, senape, pomodoro, sottaceti e ketchup.

NA NA RESTAURANT PARIS. 10 rue Breguet

https://www.facebook.com/NA-NA-Restaurant-Paris-1648040712095060/timeline

Aperti dal 24 agosto, propongono ingredienti freschi du marché: si fa notare la tartare di alghe o la radice nera con uova di salmone selvatico. Ma il menu cambia sempre, a seconda della stagionalità degli ingredienti.

RESTAURANT CHEZ MARIE LOUISE. 11 Rue Marie et Louise

https://www.facebook.com/chezmarielouise/?fref=ts

http://www.chezmarielouise.com/

A metà tra tradizione e innovazione, la cucina di Marie Louise spazia da terrine di foie gras con composta di mele cotogne a filetti di merluzzo con cavolo farcito alle verdure e salsa al vino rosso. Per una pranzo tra amici o una cena a due o “simplement pour le plaisir d’un bon repas”.

A L’AFFICHE. 48 Rue de Moscou

https://www.facebook.com/A-lAffiche-694453137341113/?fref=ts

http://www.restaurant-alaffiche.fr/

Raffinato e goloso, sofisticato e accogliente, A l’Affiche ci accoglie con un ingresso che ricorda le cabine del telefono londinesi: qui però siamo a Parigi, in mezzo a locandine d’epoca, lavagnette scritte e piatti di carne e salmone ricercati e gourmand. Un viaggio nel tempo…

JOE ALLEN. 30 Rue Pierre Lescot

https://www.facebook.com/joeallenparis/?fref=ts

Dal 1972, è il ristorante americano di Parigi più datato. Nel cuore della città, è il re incontrastato di hamburger e costine di maiale. Tutto è rigorosamente maison, anche il tonno grigliato con pesto e spinaci saltati all’olio evo e pomodori. Locale storico, a metà tra american dream e bistrot da poètes maudits. Da provare…

Con questi e tutti gli altri bistrot, ristoranti, café e bar che partecipano a questo mardi soir, nordfoodovestest vi dà l’appuntamento a questa sera. Anche se lontani, vicini a loro…

 #TOUSAUBISTROT

#jesuisenterrasse #prayforparis #peaceforparis

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...